Un nuovo mondo

giovedì 7 ottobre 2010 - Scritto da Stè alle 01:05
Sogno un mondo senza un mondo, una società senza società. Un mondo ed una società basate su valori astratti non tangibili, valori non misurabili materialmente, sul rispetto e l'attenzione verso il prossimo. Una società dove la materialità sia annullata dai valori, senza carriera, denaro e potere: tutte cose estranee alla natura dell'uomo, inventate da lui stesso per sopperire al grande vuoto che si porta dentro. Una società fatta di tante vite semplici, senza il superfluo, fatta di cose vere ed essenziali dove l'uomo di successo sarà colui che ha una famiglia unita e serena, che sarà felice ed innamorato di se, della vita, della voglia di vivere, e della persona che ha al suo fianco, perchè la felicità non esiste se non è condivisa con qualcuno. Se proprio ci devono essere degli uomini di successo, vorrei che siano così, ma tutti, nessuno escluso. Una società di soli uomini di successo.
Un uomo felice guarda la soluzione e non il problema.
Un'utopia? No, dipende da quanti siamo a crederci: se è una persona sola a sognare, allora il sogno rimane tale, se invece molti si ritrovano a sognare insieme, allora è l'inizio di una nuova realtà.

Andrew Judd - New world painting


Impressioni: