Scene quotidiane...

mercoledì 24 novembre 2010 - Scritto da Stè alle 16:11
Quando con i ricordi del passato si costruisce un mondo nuovo nel presente, esso è totalmente staccato e diverso da quello che è la realtà. I ricordi ci aiutano a sopportare il dolore per le persone che abbiamo perso, coprendo il dolore con un leggero e delicato velo di felicità, un velo spesso e caldo da al punto da coprire il tutto se lo si vede da lontano, ma allo stesso tempo troppo leggero e appena accennato che lascia intravedere la sofferenza che c'è sotto guardando da un po' più vicino.
Sento il telefono, un messaggio ricevuto: "Girati": sei qui con me, sei tornata. Mi giro per posare il telefono ed abbracciarti ma non ci sei più. Prendo il telefono: è spento. Lo accendo: non c'è nessun messaggio.
Sento freddo.

Richard Klingbeil - Behind the veil

Impressioni: