tentativo fallito

domenica 28 giugno 2009 - Scritto da Stè alle 01:11
L'altro giorno mi sono chiesto se fosse possibile dare una definizione razionale all'amore: una definizione razionale e ponderata per tentare di descrivere il sentimento più irrazionale che esista? Beh, si. Forse sarebbe possibile, ma per farlo bisognerebbe provare a vederlo in modo molto distaccato: dall'esterno, come se fosse qualcosa di estraneo, che non ci appartenesse. Difficile... molto, ma ci ho voluto provare lo stesso. Non ci sono riuscito: non ci sono riuscito, non posso e soprattutto non voglio estraniarmi da quello che sta accadendo in me ed attorno a me come consegenza delle mie azioni e del mio stato d'animo, non posso e non voglio dividermi da tutto ciò, perchè tutto ciò fa parte di me. Penso che l'amore, quello vero, sia qualcosa di più unico che raro: magari un giorno potrò ritentare senza provare sforzo nel dividermi da una cosa che non mi apparterrà più... potrebbe essere tra due minuti, tra un'ora, domani, tra un mese, un anno, mai. Spero mai. Spero di non riuscire mai a parlare dell'amore in terza persona. La vita è amore, l'amore è vita.


Impressioni: 
1 Commenti